• 0 Oggetti - 0,00
    • Nessun prodotto nel carrello.

Musica antica & contemporanea

In eccellenti edizioni

Musica antica & contemporanea

In eccellenti edizioni

Saggi e Metodi

La corrispondenza salvata: lettere di maestri e compositori a Francesco Florimo

ACQUISTA

Musica di Norino Buogo

Composizioni per coro

Durante, Scarlatti, Sollima…

ACQUISTA

Musica Inedita

di Alessandro Scarlatti

ACQUISTA

Musica Inedita

di Alessandro Scarlatti

ACQUISTA

Lieder di Schubert

Lieder di Schubert

Hoffmeister

Vetrina

Alessandro Scarlatti: Ammore brutto figlio de pottana

15,99
Fra le oltre 700 cantate da camera di Alessandro Scarlatti che ci rimangono, questa è unica nel suo del dialetto napoletano e la sua stretta somiglianza alle scene comiche e agli Intermezzi del compositore. Anche l’esplicita indicazione della voce di tenore è un’altra caratteristica  inusuale. Solo altre quattro cantate da camera di Scarlatti richiedono allo stesso modo un tenore, ma sono collocate da Hanley fra i lavori di attribuzione incerta. Che queste inusuali caratteristiche qui coincidano non è sorprendente, se si considera il tradizionale uso della voce di tenore per i ruoli comici nell’opera del 17° secolo.
La partitura comprende la parte staccata del violoncello

J. Mariano Porta: Trio concertante per mandolino e due chitarre

20,04

Tre pubblicazioni. Tre riscontri di una giuria prestigiosa presieduta da Ada Gentile, con Fausto Sebastiani e Gianvincenzo Cresta, alla iniziativa del Centro Studi “Gramatio Metallo”, fondato e presieduto dal dottor Gaetano Macina, che ha chiamato a raccolta i giovani compositori d’Europa nel nome di Metallo. Il trio concertante per mandolino e due chitarre è parte di queste pubblicazioni e viene destinato ad un organico straordinariamente vicini alla grande tradizione musicale di area napoletana.

È compresa la parte staccata del mandolino

Alessandro Polito: Etologia musicale

27,20

Cosa accade quando siamo rapiti da un brano musicale? Come si risveglia la nostra interiorità? Esiste una semantica musicale? Perché ci attrae solo certa musica e non intendiamo (o addirittura rifiutiamo) tutto il resto? L’uomo-che-compone ha davvero a disposizione una ricetta per scrivere musica che non scivoli addosso all’uomo-che-ascolta come se questi indossasse un impermeabile? Che è accaduto, invece, alla musica contemporanea nel XX secolo? Gli animali, poi, compongono musica? Abbiamo qualcosa in comune con loro? E, soprattutto, che cos’è la musica? Esiste una definizione non occidentalista che ponga una sinfonia di Beethoven sullo stesso piano di un canto tibetano? o, ancora, una canzone di Frank Sinatra accanto alle creazioni degli scimpanzé della Tanzania? L’autore di Herr Kompositor – il primo corso di composizione musicale a fumetti – ci accompagna in un viaggio multidisciplinare (attraverso estetica, psicologia, sociologia, antropologia, musicoterapia – solo per citare i sentieri principali) che approda all’etologia musicale, svelando i meccanismi gnoseologici e psico-fisiologici che ogni compositore – al di là del linguaggio che adopera – dovrebbe conoscere per catturare la sua preda: il pubblico.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sui nuovi spartiti

Rimani aggiornato!